Georgia Hill Orgoglio e Pregiudizio BookClub

Vantaggi:
Carino
Svantaggi:
Leggero
Come valuteresti questo prodotto?:
Consigli l'acquisto di questo prodotto?:
Sì, perchè è una lettura carina
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Tre ragazze, tre storie diverse, ma come filo conduttore il BookClub, perché è li che si incontrano.

La prima è Tash, agente immobiliare della cittadina.
Sembra avere la vita perfetta, una grande casa, un fidanzato ricco, una Porche, ma le cose non sono mai come sembrano, e nonostante lei cerchi di convincersi del contrario il fidanzato le sta rendendo la vita impossibile.
Unico momento d’evasione è il BookClub dove si confronta con le amiche, e li conosce Kit, da poco trasferito in città, ma quell’uomo grande e grosso sembra avere un cuore enorme e c’è sempre quando ha bisogno di lui.
Solo grazie a lui riesce a scappare dal fidanzato violento e riprendere il coraggio che ha sempre avuto per opporsi a lui e riprendere in mano la sua vita.
Devo ammettere che è la parte di racconto che più mi ha toccata, in alcuni punti davvero straziante perché mi accorgevo nella narrazione che le cose non andavano bene ma lei non voleva vedere cosa succedeva.

La seconda è Emma, che lavora assieme a Tash nell’agenzia immobiliare ma lei ha una storia tutta diversa. Vive a casa con i genitori e cerca di risparmiare il più possibile per andare a vivere con il fidanzato Ollie, perché in casa le cose stanno diventando difficili da gestire ed i litigi all’ordine del giorno.
Ma quando al BookClub arriva Joel per fare un corso sulla narrazione le sue certezze vengono meno. Joel è tutto quello che ha sempre desiderato in un uomo, le presta attenzioni, ama i libri come lei e parla della letteratura, ma ben presto si renderà conto che non è quello che vuole e che dare per scontato il suo Ollie è l’errore più grande che possa fare.

Concludiamo con Amy, libraia e realizzatrice del BookClub. in continua lotta con il suo corpo e con la madre che non le risparmia ogni possibile frecciatina.
Adora il lavoro nella libreria e le preziose amicizie che sta allargando grazie al BookClub, soprattutto quella con Patrick, che di mestiere fa lo scrittore e di lui sa questo è poco altro, se non che è una presenza costante nella libreria e che c’è sempre quando lei ha bisogno di una mano.
Amy ha bisogno di fare pace con se stessa, e per riuscirci prima deve mettere le cose in chiaro con la madre.
Ogni giorno la presenza di Patrick è sempre più necessaria per lei, sta bene in sua compagnia, ma di lui non sa davvero niente ed anche le ricerche portano ad un nulla di fatto. Vorrebbe buttarsi, ma dopo il passato traumatico sul fronte sentimentale, per lei è davvero difficile aprirsi. E forse anche per Patrick è la stessa cosa.

Posso concludere dicendo che la trama è davvero carina perché gira tutta intorno al BookClub, unico punto fermo in tutte e tre le narrazioni.
I personaggi si incontrano e si riprendono, completandosi in ogni una delle tre storie.

Le ambientazioni e tutti i personaggi principali sono ben descritti, i fatti spazio temporali ben definiti e di facile comprensione.
Devo dire che è un libro che si legge piacevolmente, anche se come ho detto la parte con protagonista Tash è stata davvero straziante, leggere e non potere intervenire, vedere pagina dopo pagina come lei si stesse rovinando accanto ad un uomo come lui e non potere dirle nulla, quando poi ha alzato le mani sul piccolo Benji per come sono fatta è stato davvero difficile non ucciderlo, ma per fortuna Tash ha fatto la scelta giusta.

Per il resto gli altri due racconti si sono letti piacevolmente, un libro carino che tiene compagnia, dove tutto avviene sotto gli sguardi attenti dei libri nella libreria di Amy.

Come sempre auguro a tutti voi una buona lettura, ed io vi do appuntamento alla prossima recensione librosa.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.