film animazione :Ortone e il mondo del Chi

Vantaggi:
un film da guardare insieme ai bambini che insegna la convivenza e il rispetto reciproco
Svantaggi:
è un film un po' datato ma si può ancora trovare
Come valuteresti questo prodotto?:
Consigli l'acquisto di questo prodotto?:
si perchè insegna ai bambini il rispetto per i più deboli e per i meno fortunati
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Ortone e il Mondo del Chi- recensione

Ortone e il Mondo del Chi è un film d’animazione del 2008 diretto da Jimmy Hayward e Steve Martino prodotto e distribuito dalla Blue Skay Studios, si sviluppa partendo dal libro “Horton Hears a Who!”, pubblicato nel 1954, dallo scrittore Dr.Seuss.
1. La storia del film mantiene il tema poetico del libro, cioè l’elefante positivo, che ascolta un grido provenire da un granello di polvere in cima a uno stelo .
l’elefante Ortone scopre che il granello ospita il regno di Chi Non So, una comunità spensierata di esseri creativi,divertenti e colorati,amministrati da un Sinda-Chi che è l’esatto speculare di Ortone.
Sinda-Chi ha oltre novanta figli a carico, ed è rappresentato come il fantoccio di un gran consiglio che lo usa però, come facciata. Sinda-Chi tramite un amplificatore di fortuna stabilisce un rapporto con l’elefante e questo contatto tra due mondi diviene il motore della storia. Mentre il Sinda-Chi combatterà cercando di convincere la popolazione dell’esistenza di Ortone e della loro condizione precaria, Ortone deciderà che la sua missione sarà quella di collocare il granello al sicuro su un girasole in una caverna protetta in cima ad un’altura,
Si potrebbe identificare in Ortone il protettore dei Chi, ma ecco che le bonarie disavventure del candido elefante riportano il segreto della serenità umana ad una più semplice apertura alla disponibilità, all’educazione e alla comprensione, anche del proprio “nemico” poesia che si sprigiona perché non raggiunge reale punto fermo.
La Giungla è la copia metaforica e fantastica del nostro mondo umano, il simpatico Ortone è tenuto sotto controllo da una cangura autoproclamatasi capo di quello spazio e che teme la fantasia dell’elefante, giudicandola un vizio diseducativo e destabilizzante.
L’atmosfera del film guadagna sul piano delle trovate visive. Senza la necessità di rendere plausibile ciò che non lo è, gli animatori giocano con smorfie e antropomorfismi in modo esemplare, con alcune soluzioni imprevedibili e divertenti
la grafica del 3D rende particolarmente bene e restituisce l’anima dell’autore nei personaggi del DrSeuss,e quindi anche la metafora della storia che vuole far capire quanti e quali sono gli ostacoli dell’animale più grosso della giumgla che salverà gli esseri più piccoli.
Per le voci, nella versione italiana è stato scelto Christian De Sica, affiancato da Paolo Conticini che doppia il Sindachì, doppiato nella versione originale da Steve Carell, e da Veronica Pivetti che dà la voce alla Cangura, doppiata in inglese da Carol Burnett.

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.